GAINN_IT

Un'iniziativa italiana, promossa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

GAINN_IT si propone di concepire, definire, testare, validare e implementare, nel periodo 2015-2030, in linea con le priorità politiche nazionali ed europee e con il Quadro Strategico Nazionale, la rete per lo stoccaggio, la distribuzione e l’utilizzo di carburanti alternativi, con particolare riferimento alla diffusione del GNL (gas naturale liquefatto) nel settore dei trasporti.

GAINN_IT coinvolge oltre 30 soggetti, tra cui enti istituzionali e partner industriali, che rappresentano l’intera catena logistica. L’iniziativa definisce tre sotto-reti per la distribuzione di GNL: Tirreno-Ligure, Adriatico-Ionica e Sud Italia. Elementi fondamentali di queste reti sono i principali porti nazionali con relativi hinterland.

GAINN4CORE

La definizione, la prototipazione e la fase di test di due delle tre reti GNL italiane, la Tirreno-Ligure e la Adriatico-Ionica, inclusi i porti core di Genova, La Spezia, Livorno, Ravenna e Venezia.

GAINN4MOS

Il miglioramento della rete delle Autostrade del Mare in 6 Stati membri dell’Unione Europea (Spagna, Francia, Croazia, Italia, Portogallo e Slovenia), attraverso l’elaborazione di 21 studi di ingegneria sulle stazioni di bunkeraggio di GNL e su nuove costruzioni e retrofitting navali.

GAINN4MED

Il lancio e lo sviluppo pilota della rete GNL nazionale nel periodo start-up 2017-2020, tramite la realizzazione di 6 stazioni di rifornimento GNC/GNL in Italia, lungo i corridoi Mediterraneo e Scan-Med, con il supporto di ISO-container e una flotta di veicoli commerciali pesanti alimentati a GNL.

GAINN4MID

La realizzazione di 6 nuove stazioni di rifornimento e la costruzione della prima nave adibita al bunkeraggio di GNL del Mediterraneo, nell’ambito della fase di roll-out industriale della rete italiana GNL nello scenario di medio-lungo periodo (2025-2030).

GAINN4SEA

Il completamento della fase di roll-out industriale del network italiano GNL nello scenario di medio-lungo periodo (2025-2030), con la realizzazione di 2 terminal multimodali di stoccaggio e distribuzione di GNL nei porti di Venezia (32.000 metri cubi) e di Livorno (9.000 metri cubi).